LE MIE ESPERIENZE CON IL COLLAGENE

L'INTEGRATORE CHE AIUTA LA PELLE A RIMANERE GIOVANE

Integratori Antirughe di Acido Ialuronico

Introduzione

La pelle umana, come tutti gli altri organi e tessuti, è sottoposta ad un inesorabile processo di invecchiamento.
Questo processo tuttavia è talvolta accelerato dal continuo contatto della cute con agenti irritanti e pro-ossidanti.
D'altronde, uno dei principali compiti della cute è proprio quello di proteggere l’organismo esterno dall’azione lesiva di tossici e irritanti ambientali come ad esempio le radiazioni ultraviolette.
Per questo motivo è possibile facilmente riconoscere e distinguere un invecchiamento fisiologico, noto anche come aging intrinseco, da uno para-fisiologico o patologico, noto come aging estrinseco o photoaging.
Purtroppo i due eventi non si sostituiscono l’un l’altro ma si integrano, rendendo pertanto particolarmente evidenti i segni di questo processo.
Dal punto di vista prettamente estetico, l’invecchiamento cutaneo determina:

  • Disidratazione cutanea;
  • Perdita di tonicità e turgore cutaneo;
  • Perdita di elasticità;
  • Perdita di lucentezza;
  • Atrofia dell’epidermide;
  • Appiattimento del derma;
  • Comparsa di discromatismi ed aree ipo e ipertrofiche;
  • Comparsa e accentuazione di segni e solchi cutanei.

Tutti questi fenomeni risultano evidentemente legati ad alterazioni ultrastrutturali del derma.
Più precisamente, da analisi istologiche e microscopiche, emergerebbero:

  • Alterazioni strutturali delle proteine della matrice extracellulare;
  • Disorganizzazione e perdita di integrità delle fibre collagene;
  • Riduzione delle concentrazioni di acido ialuronico;
  • Frammentazione delle fibrille;
  • Perdita della normale architettura del derma;
  • Alterate proprietà biosintetiche dei fibroblasti;
  • Aumentata espressione di enzimi proteolitici e citochine infiammatorie.

Si evidenzia così la complessità biologica del disturbo di base e la necessità di individuare una serie di possibili rimedi, sia in fase preventiva che restaurativa, in grado di fronteggiare l’invecchiamento strutturale e funzionale della cute.

L’acido ialuronico nell’invecchiamento cutaneo

L’acido ialuronico è un glicosamminoglicano particolarmente abbondante nel derma.
Le sue proprietà chimico-fisiche ne conferiscono importanti caratteristiche reologiche, elastiche e viscose, in parte responsabili dello stato funzionale del derma e quindi più in generale della cute.
Con l’avanzare degli anni si è osservata una stretta correlazione tra la riduzione delle concentrazioni intradermiche di questa molecola e la comparsa dei classici segni di invecchiamento cutaneo.
La progressiva riduzione delle concentrazioni intradermiche di acido ialuronico sembrerebbe essere in parte fisiologica, quindi legata al normale declino della funzionalità dei fibroblasti, in parte “patologia” legata all’instaurarsi di un microambiente infiammatorio.
Quest’ultimo aumenterebbe la degradazione locale di acido ialuronico, inducendo così apprezzabili variazioni strutturali e qualitative della cute.
Per questo motivo negli anni si sono messi a punto diversi prodotti a base di acido ialuronico, in grado di fronteggiare il progressivo declino delle concentrazioni locali di questa molecola.

Gli integratori antirughe

Tralasciando l’uso di fillers iniettabili a base di acido ialuronico, di stretta pertinenza medica, è oggi possibile reperire in commercio una serie di integratori e cosmetici a base di acido ialuronico, in grado di supportare la presenza intradermica di questa macromolecola.
Nonostante non sia stato ancora del tutto chiarito il possibile profilo di assorbimento intestinale, da diversi anni ormai è possibile ritrovare in commercio integratori a base di acido ialuronico, solitamente ottenuto per fermentazione batterica.
Secondo alcuni autori, l’acido ialuronico assunto per os, in seguito ad un primo processo idrolitico, verrebbe frammentato in piccole strutture, facilmente assorbibili dalla mucosa enterica.
Le stesse permetterebbero successivamente un incremento della biosintesi endogena di acido ialuronico, contrastandone al contempo la degradazione.
Queste proprietà, osservabili anche in seguito all’uso topico di acido ialuronico, sarebbero alla base del tanto noto processo di biorivitalizzazione.

Il mio consiglio?

Ho provato di Tutto! Leggi le Mie Esperienze con gli Integratori Antirughe, Le Recensioni e Scopri i Prodotti più Efficaci presenti sul mercato
Clicca qui!

In ogni caso dalla letteratura presente, l’uso di acido ialuronico, anche per via topica, sembrerebbe:

  • Aumentare lo spessore del derma;
  • Migliorare lo stato di idratazione cutanea;
  • Migliorare la lucentezza della cute;
  • Migliorare l’elasticità cutanea;
  • Appiattire i solchi cutanei naso-labiali e frontali;
  • Promuovere il processo di riparazione cutanea;
  • Ridurre la profondità delle rughe.

A fronte dei minimi effetti collaterali, l’uso di integratori a base di acido ialuronico sembrerebbe una via percorribile sia nella prevenzione che nelle successive fasi terapeutiche e riparative.


 Bibliografia


A dietary supplement improves facial photoaging and skin sebum, hydration and tonicity modulating serum fibronectin, neutrophil elastase 2, hyaluronic acid and carbonylated proteins.
Di Cerbo A, Laurino C, Palmieri B, Iannitti T.
J Photochem Photobiol B. 2015 Mar;144:94-103


Cyclic phosphatidic acid and lysophosphatidic acid induce hyaluronic acid synthesis via CREB transcription factor regulation in human skin fibroblasts.
Maeda-Sano K, Gotoh M, Morohoshi T, Someya T, Murofushi H, Murakami-Murofushi K.
Biochim Biophys Acta. 2014 Sep;1841(9):1256-63


Physicochemical properties of pH-sensitive hydrogels based on hydroxyethyl cellulose-hyaluronic acid and for applications as transdermal delivery systems for skin lesions.
Kwon SS, Kong BJ, Park SN.
Eur J Pharm Biopharm. 2015 May;92:146-54


Improvement in skin wrinkles using a preparation containing human growth factors and hyaluronic acid serum.
Lee do H, Oh IY, Koo KT, Suk JM, Jung SW, Park JO, Kim BJ, Choi YM.
J Cosmet Laser Ther. 2015 Feb;17(1):20-3


Influence of caffeine and hyaluronic acid on collagen biosynthesis in human skin fibroblasts.
Donejko M, Przylipiak A, Rysiak E, Głuszuk K, Surażyński A.
Drug Des Devel Ther. 2014 Oct 15;8:1923-8.


Stabilized hyaluronic acid-based gel of non-animal origin for skin rejuvenation: face, hand, and décolletage.
Streker M, Reuther T, Krueger N, Kerscher M.
J Drugs Dermatol. 2013 Sep;12(9):990-4


HYALURONIC ACID: THE USE OF ITS PRECURSOR IN SKIN BIO-STIMULATION.
Avantaggiato A, Martinelli M, Palmieri A, Pascali M, Bertuzzi G, Carinci F.
J Biol Regul Homeost Agents. 2015 Jul-Sep;29(3):647-54.


Rejuvenation effects of hyaluronic acid injection on nasojugal groove: prospective randomized split face clinical controlled study.
Lim HK, Suh DH, Lee SJ, Shin MK.
J Cosmet Laser Ther. 2014 Jan;16(1):32-6.


Il mio consiglio?

Ho provato di Tutto! Leggi le Mie Esperienze con gli Integratori Antirughe, Le Recensioni e Scopri i Prodotti più Efficaci presenti sul mercato
Clicca qui!

Privacy e Cookie Policy