LE MIE ESPERIENZE CON IL COLLAGENE

L'INTEGRATORE CHE AIUTA LA PELLE A RIMANERE GIOVANE

Derma | Struttura e Funzioni | Bellezza e Salute

Indice Articolo

Generalità

Il derma è lo strato cutaneo collocato tra epidermide e ipoderma.

Si tratta di un componente essenziale della pelle, perché adibito a svolgere funzioni vitali:

  • assicura alla pelle forza ed elasticità;
  • protegge l'organismo da tensione e stress;
  • assicura nutrimento all'epidermide;
  • concorre alla termoregolazione dell'organismo;
  • registra sensazioni pressorie, tattili e termiche.

Diversamente dall'epidermide, il derma è costituito da tessuto connettivo ricco di vasi sanguigni e linfatici.

Le principali cellule che costituiscono il derma sono i fibroblasti, indispensabili per la rigenerazione della matrice interstiziale e per assicurare elasticità, turgore e idratazione alla pelle.

Cos'è il Derma?

Tra Epidermide e Ipoderma

Il termine "derma" deriva dal greco δέρμα e significa letteralmente "pelle".

Il derma è il tessuto connettivo che si trova immediatamente sotto all'epidermide.

A sua volta, il derma è separato dall'epidermide dalla giunzione dermo-epidermica, (ovvero dalla membrana basale).

Sotto al derma, si colloca l'ipoderma, lo strato più profondo della cute che costituisce il tessuto adiposo sottocutaneo.

Strutura della Pelle

Derma Superficiale e Profondo

Da Cosa è Costituito il Derma?

La composizione del tessuto connettivo di cui è formato il derma cambia in base alla precisa collocazione.

Infatti, all'interno del derma, si possono distinguere due sezioni:

  • derma superficiale;
  • derma profondo.

Derma Superficiale

Il derma superficiale è costituito da tessuto connettivo lasso ed è ricco di cellule.

Al microscopio, il derma superficiale appare ondulato: questa caratteristica è resa dalla presenza di particolari estroflessioni chiamate papille e creste dermiche, riconosciute con l'acronimo "DEJ".

La funzione delle DEJ è favorire gli scambi con l'epidermide sovrastante, aumentando la superficie di contatto.

Il derma superficiale è chiamato anche derma papillare o avventiziale proprio per la presenza delle papille.

Derma Profondo

Il derma profondo è costituito da tessuto connettivo denso e, per questo, è chiamato anche derma denso o reticolare.

Il derma profondo rappresenta la linea di confine tra il derma papillare sovrastante e l'ipoderma immediatamente sottostante.

Il derma profondo è fibroso ed è ricco di capillari sanguigni, ghiandole sudoripare e sebacee, follicoli piliferi e nervi.

Giunzione Dermo Epidermica

Fibroblasti

Cellule del Derma

Le cellule che popolano il derma sono chiamate fibroblasti, che possono essere paragonati a minuscoli operai che collaborano insieme per assicurare sostegno e struttura all'epidermide.

I fibroblasti sono speciali cellule che si occupano della rigenerazione della matrice interstiziale (o extracellulare).

In altri termini, le cellule del derma sono deputate a sintetizzare i vari elementi costitutivi della matrice extracellulare, in particolare:

Glicosaminoglicani

GAGs e Acido Ialuronico

I glicosamminoglicani sono conosciuti con l'acronimo GAGs.

Si presentano come molecole rigide, che occupano un volume esagerato rispetto alla propria massa.

Inoltre, i GAGs sono molecole molto idrofile: a contatto con l'acqua, si rigonfiano a dismisura e formano una massa gelatinosa, occupando così la maggior parte dello spazio extracellulare.

I GAGs possono essere oligosaccaridi (carboidrati complessi), oppure glico-proteine (carboidrati associati a proteine).

L'acido ialuronico è il capostipite dei glicosamminoglicani.

I glicosamminoglicani tendono a legarsi a un'unica proteina filamentosa, dando origine ai cosiddetti proteoglicani.

Per formare aggregati di dimensioni enormi, i proteoglicani possono legarsi all'acido ialuronico.

Funzioni

I GAGs assolvono varie funzioni:

  • forniscono supporto meccanico al derma;
  • assicurano turgore alla pelle;
  • mantengono l'idratazione della pelle.

Collagene

Glicoproteina Complessa

Il collagene è la proteina più abbondante dell'organismo: basti pensare che da sola rappresenta il 70% delle proteine cutanee

Più precisamente, il collagene è una glicoproteina complessa, che dona sostegno, struttura e resistenza meccanica alla cute.

Il collagene si trova in varie sedi dell'organismo 1:

  • pelle;
  • muscoli;
  • cartilagine;
  • ossa;
  • cornea;
  • tendini;
  • legamenti.
Cosa succede quando le fibre collagene si rompono?
In caso di forte tensione (come ad esempio durante la gravidanza), le fibre collagene si possono rompere: in questo caso, si possono formare le smagliature.

Tipi di Collagene

Non esiste un solo tipo di collagene: nell'organismo, sono stati individuati almeno 16 tipi di collagene 1,2, distinti in base alle caratteristiche strutturali, alla collocazione nell'organismo e alla funzione.

Il derma è costituito per lo più da alcuni tipi di collagene:

  • collagene di tipo I: si colloca principalmente nel derma e nella pelle. La sua funzione principale è donare struttura a pelle, ossa, tendini, tessuto connettivo e denti;
  • collagene di tipo III: la sua funzione principale è donare supporto e sostegno a struttura di muscoli, organi e arterie;
  • collagene di tipo IV: la sua funzione è favorire la filtrazione della membrana basale e fornire supporto ai tessuti;
  • collagene di tipo VI: è distribuito in tutto il tessuto connettivo e riesce a mediare le segnalazioni cellula-matrice. Sembra che una sua mutazione possa portare a debolezza e atrofia muscolare;
  • collagene di tipo VII: nel derma, si colloca perpendicolarmente alle fibrille di ancoraggio, importanti per assicurare il derma al DEJ (creste epidermiche).
collagene pelle

Fibre Elastiche

Composizione

Le fibre elastiche possono essere costituite da:

  • elastina reticolare;
  • microfibrille ricche di fibrillina;
  • microfibrille associate a glicoproteine (MAGPs);
  • fibulina;
  • fattore latente di crescita trasformante-β proteina di legame (LTBPs).

Nella pelle giovane, le fibre elastiche formano una struttura altamente organizzata: le microfibrille ricche di fibrillina, perpendicolari al DEJ, si fondono con fibre elastiche dal diametro largo nel derma reticolare.

Le fibre elastiche rappresentano solo il 2% delle proteine cutanee: nonostante ciò, ricoprono un ruolo fondamentale per assicurare alla pelle un'adeguata elasticità.

Elastina

L'elastina è una delle fibre elastiche più conosciute.

La sua funzione è donare flessibilità ed elasticità alla pelle: questo è possibile grazie alla presenza di ponti trasversali che uniscono le molecole formando così un'ampia rete elastica.

Struttura

Le fibre elastiche formano una trama a maglie larghe estensibile.

L'estensibilità assicurata dalle fibre elastiche è indispensabile per:

  • consentire la mimica facciale;
  • adattare la pelle alle variazioni di dimensioni corporee che avvengono durante la vita.

Membrana Basale

Che cos'è?

La membrana basale (giunzione dermo-epidermica) si presenta come una lamina costituita da glicoproteine, proteoglicani e collagene.

Grazie all'elevato quantitativo di elementi di ancoraggio, la membrana basale assicura un legame solido tra derma ed epidermide sovrastante.

Funzione nel Derma

Oltre a donare sostegno all'epidermide, la membrana basale favorisce il passaggio di sangue e nutrienti dal derma all'epidermide.

Infatti, il derma è ricco di vasi sanguigni e linfatici, carenti invece nell'epidermide.

Ghiandole

Il derma è popolato anche da ghiandole sebacee e sudoripare.

Ghiandole Sebacee

Le ghiandole sebacee sono responsabili della secrezione di sebo.

Rivestono le funzioni di:

  • regolare e mantenere l'umidità della pelle;
  • ostacolare l'ingresso a sostanze e corpi estranei.

Ghiandole Sudoripare

Le ghiandole sudoripare partecipano nei meccanismi di termoregolazione, producendo il sudore come risposta a stimoli di varia origine (es. stress, calore).

Grazie alle ghiandole sudoripare presenti nel derma, viene favorita l'omeostasi termica per mantenere o raggiungere la temperatura ideale.

Pelle Cute

Nervi

Terminazioni Nervose

Le terminazioni nervose presenti nel derma ricoprono l'importante funzione di rilevazione di stimoli:

  • meccanici;
  • termici;
  • tattili;
  • dolorifici;
  • pressori.

Inoltre, i nervi sono coinvolti:

  • nella regolazione del flusso sanguigno;
  • nella regolazione delle secrezioni (prodotte da ghiandole sudoripare e sebacee).

Il numero di terminazioni nervose varia in base alla zona per fornire gradi di sensibilità diversi. Le zone più sensibili sono più ricche di terminazioni nervose.

Follicoli Piliferi

Peli

I follicoli piliferi sono piccole strutture della pelle che affondano nel derma.

I follicoli sono costituiti da peli - che ricoprono quasi tutta la superficie cutanea - e da guaine.

Funzione

I peli rivestono un ruolo importante per:

  • regolare la temperatura corporea;
  • proteggere da lesioni;
  • migliorare la sensazione.

Vasi

Vasi Sanguigni e Linfatici

A differenza della sovrastante epidermide, il derma è riccamente vascolarizzato, da vasi sanguigni e linfatici.

I vasi sanguigni sono fondamentali per:

  • favorire il trasporto di nutrienti (sostanze nutritive e ossigeno);
  • favorire l'eliminazione di sostanze di scarto;
  • contribuire alla regolazione della temperatura corporea.

Cellule di Difesa

Cellule Immunitarie

Il derma è popolato anche da cellule immunitarie, coinvolte nel sistema di difesa dell'organismo.

Le cellule immunitarie che abbondano nel derma sono:

  • mastociti, importanti per la risposta infiammatoria poiché contengono istamina;
  • macrofagi, importanti per la loro capacità di fagocitare e distruggere microorganismi patogeni;
  • linfociti, cellule coinvolte nella sintesi e nella modificazione degli anticorpi addetti al riconoscimento degli antigeni.

Grazie a queste cellule, il derma riveste un ruolo importante nel limitare la diffusione di eventuali microorganismi patogeni nell'organismo, che hanno avuto l'accesso attraverso l'epidermide.

Adipociti

Cellule di Riserva

Gli adipociti sono cellule ricche di grassi.

Collocate principalmente nel derma profondo, ricoprono la funzione di riserva energetica per l'organismo.

Malattie del Derma

Le condizioni patologiche più frequenti che colpiscono il derma possono includere:

  • dermatofibroma;
  • cisti sebacee;
  • erisipela;
  • cellulite batterica.

Dermatofibroma

Il dermatofibroma è un tumore benigno che colpisce le fibre del derma.

La causa risiede in un'anomala proliferazione dei fibroblasti contenuti nel tessuto connettivo.

Il dermatofibroma tende a colpire il derma di gambe e braccia.

Cisti Sebacee

Le cisti sebacee sono lesioni sottocutanee benigne, che si presentano come piccole masse rotondeggianti.

Sono causate dall'occlusione di una ghiandola sebacea che, non potendo riversare il proprio secreto, lo raccoglie al proprio interno dando origine a una cisti.

Erisipela

L'erisipela è un'infezione acuta che coinvolge derma, ipoderma e vasi linfatici.

Causata da un'infezione batterica, l'erisipela può provocare microlesioni cutanee diffuse, fino a portare alla macerazione della pelle colpita.

La terapia contro l'erisipela è prettamente antibiotica.

Cellulite Batterica

La cellulite batterica è un'infezione che colpisce il tessuto connettivo (derma e strati sottocutanei).

I sintomi della cellulite batterica possono comprendere: infiammazione della pelle, dolore, gonfiore e rossore della zona colpita.

Le gambe rappresentano il target preferenziale della patologia.

La causa risiede spesso in un'infezione sostenuta da streptococchi e stafilococchi.

La patologia si cura con antibiotici.

Derma e Photoaging

Invecchiamento della Pelle indotto dal Sole

Il derma può rappresentare un target di altre manifestazioni che, pur non rientrando sempre tra le condizioni patologiche, possono avere un impatto negativo su chi ne soffre.

In particolare, il derma può essere colpito dal photoaging, un danno cronico alla pelle, correlato all'esposizione alle radiazioni UV del sole o delle lampade abbronzanti.

Il photoaging accelera l'invecchiamento naturale della pelle, provocando un danno progressivo al collagene del derma, a sua volta indotto da un accumulo di radicali liberi sulla cute.

Nella maggior parte dei casi, il photoaging è responsabile di danni estetici di varia entità, che possono includere 3:

  • macchie della pelle;
  • rughe diffuse e profonde;
  • secchezza della pelle;
  • perdita di tono e di elasticità della pelle;
  • capillari dilatati su guance, orecchie e zona nasale;
  • cheratosi attinica (ispessimento della pelle).

Purtroppo, in alcuni casi, l'accumulo di raggi UV sulla pelle può provocare alterazioni nel DNA, tali da favorire la comparsa di lesioni precancerose.

Approfondimento
I radicali liberi dell'ossigeno sono in grado di reagire con elementi cellulari come il DNA e le membrane cellulari.

Derma e Vecchiaia

Invecchiamento Naturale della Pelle

L'impalcatura naturale che sostiene il derma - data da collagene, elastina e acido ialuronico - può essere compromessa anche dal crono-invecchiamento, ovvero dall'invecchiamento naturale e fisiologico, prodotto dall'età.

A causa dell'invecchiamento naturale, l'integrità del derma viene minata da una serie di alterazioni strutturali:

  • cedimento delle strutture che costituiscono il derma;
  • riduzione del numero e dell'attività dei fibroblasti del derma, dunque assottigliamento della cute;
  • appiattimento delle papille dermiche;
  • calo delle difese immunitarie della cute 4,5;
  • riduzione dell'attività delle ghiandole sebacee (che si traduce in una maggior secchezza della pelle);
  • calo dell'attività delle ghiandole apocrine, che si traduce nella riduzione del flusso sanguigno nel derma.

Migliorare l'Estetica del Derma Danneggiato

Per migliorare l'aspetto di un derma danneggiato dal sole, o per agire in anticipo e prevenire gli effetti collaterali causati dall'esposizione solare, è possibile agire su più fronti:

  • proteggere la pelle dal sole, evitando l'esposizione durante le ore più calde, applicando creme solari con filtri anti UV e indossando capi protettivi per la pelle;
  • assumere integratori a base di collagene (es. collagene marino/collagene da bere) e acido ialuronico fin dalla giovane età;
  • applicare sulla pelle cosmetici idratanti o cosmeceutici (sieri viso, creme viso idratanti/antietà ecc.) formulati con vitamine antiossidanti e con altre molecole attive e biostimolanti, efficaci per contrastare i radicali liberi prodotti dai raggi UV e per assicurare alla pelle il corretto grado di idratazione.

Quando il danno provocato dal sole è più grave, si può ricorrere a strategie di medicina o chirurgia estetica più invasive, come:

  • microdermoabrasione;
  • laser-terapia;
  • peeling chimico;
  • iniezioni di tossina botulinica;
  • filler di acido ialuronico/collagene.

SPERO DI ESSERTI STATA UTILE!

Se ti servono altri consigli, hai domande sugli integratori di collagene o vuoi ricevere un'opinione su altri prodotti scrivimi all'indirizzo:
mary chiocciola collageneliquido.com
NOTA BENE: Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in questo sito, potrei ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi, le promozioni e la disponibilità delle creme antirughe e degli integratori di collagene idrolizzato recensiti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo; ti invito quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati

Domande e Risposte Ricevute

Recensione su X115®+Plus2 ® - Vedi anche: Nuovo X115®+Plus 2020

Recensione su BioCollagenix ®

Recensione su Pure Gold Collagen ®

Recensione su Signasol ®

Recensione su Swisse Collagene

Recensione su Imedeen Prime Renewal ™

Recensione su Imedeen Time Perfection ™

Opinione su Truvivity By Nutrilite

Altri Articoli Informativi

Collagene Idrolizzato

Integratori Antiossidanti

Integratori Antirughe con Acido Ialuronico

Miglior Antirughe - Creme Antirughe Migliori e Integratori Efficaci

Sieri Viso - Gli Ingredienti Migliori e i Prodotti più Efficaci

Macchie della Pelle - Cure e Rimedi Efficaci

Filler all'Acido Ialuronico

Integratori Vitamina C

Privacy e Cookie Policy