LE MIE ESPERIENZE CON IL COLLAGENE

L'INTEGRATORE CHE AIUTA LA PELLE A RIMANERE GIOVANE

Integratori di Vitamina C | Benefici per la Salute e la Bellezza

Indice Recensione

Cosa Sono

Gli integratori di vitamina C sono prodotti pensati per incrementare l'apporto alimentare di acido L-ascorbico. Sono quindi generalmente utili in caso di carenza o di aumentato fabbisogno di vitamina C.

La vitamina C contenuta negli integratori può essere disponibile in varie "formule":

  • vitamina C naturale, ovvero ricavata da fonti naturali come la rosa canina;
  • vitamina C di sintesi, ovvero ottenuta in laboratorio;
  • vitamina C a lento rilascio, ovvero una particolare preparazione farmaceutica che garantisce una liberazione graduale della vitamina C nel tratto gastro-intestinale;
  • vitamina C liposomiale, ovvero inglobata all'interno di piccole particelle sferiche racchiuse in un guscio (liposomi) per rendere l'acido ascorbico puro più assorbibile 1 da parte dell'intestino;
  • vitamina C pura o associata ad altri minerali (es. ascorbato di potassio, sodio ascorbato, magnesio ascorbato ecc.).

Nel corso della recensione, analizzeremo tutte queste "forme di vitamina C" per cercare di stabilire qual è il miglior integratore di vitamina C.

Integratori di Vitamina C

Funzioni e Benefici

A Cosa Servono gli Integratori di Vitamina C?

La funzione degli integratori di vitamina C è colmare eventuali carenze di questa vitamina essenziale, o assicurarne un adeguato apporto in caso di aumentato fabbisogno.

La vitamina C (acido L-ascorbico) svolge un ruolo importante per una serie di azioni metaboliche, tra cui:

  • difesa antiossidante, dunque protezione dell'organismo dall'azione dei radicali liberi;
  • sintesi di collagene;
  • sostegno del sistema immunitario, con effetti antinfiammatori e immunologici;
  • attivazione dell'acido folico;
  • conversione del colesterolo in acidi biliari;
  • assorbimento intestinale del ferro;
  • riduzione dell'azione nociva di additivi come i nitrati, i nitriti e altre sostanze chimiche prodotte nella preparazione degli alimenti e durante la digestione;
  • sostegno della salute dei tessuti ricchi di connettivo (es. pelle, cartilagini, gengive e vasi sanguigni);
  • conversione dell'amminoacido triptofano nel neurotrasmettitore serotonina.
Vitamina C Infografica X115

Integratori di Vitamina C Naturale

Vitamina C negli Alimenti: dove si trova?

La vitamina C è abbondantemente presente in natura. In particolare, si concentra nei vegetali.

Nella frutta, la vitamina C è presente in dosi sorprendentemente elevate in alimenti come:

  • acerola;
  • prugna kakadu;
  • guava;
  • ribes nero;
  • uva spina - amla indiana;
  • camu camu;
  • agrumi;
  • kiwi;
  • fragole;
  • mirtilli e frutti di bosco;
  • cinorrodi (frutti di rosa)

Anche le verdure rappresentano ottime fonti di vitamina C, che infatti abbonda in:

  • pomodori;
  • peperoni;
  • rucola;
  • patate al forno;
  • cavolini di Bruxelles;
  • cavoli.

Anche tra gli alimenti animali si distinguono alcune fonti particolarmente ricche di vitamina C. In particolare, le ostriche e le frattaglie come milza, fegato e polmone ne contengono quantità analoghe agli agrumi.

Tuttavia, va detto che a parte queste rare eccezioni, le carni (pollo, manzo, maiale ecc.), così come i pesci e le uova, sono pressoché privi di vitamina C.

Vitamina C Naturale o Sintetica

Attualmente, la maggior parte della vitamina C contenuta negli integratori alimentari è di origine sintetica, dunque viene prodotta in laboratorio.

Tuttavia, va detto che alcuni estratti naturali particolarmente ricchi di acido ascorbico (es.acerola e rosa canina) ne rappresentano una ricca fonte naturale, facilmente sfruttabile per l'integrazione alimentare.

La differenza tra la vitamina C naturale e quella di sintesi è pressoché nulla: infatti, da quanto emerge da vari studi 2 non esistono differenze sostanziali in termini di capacità di assorbimento e biodisponibilità, poiché l'organismo umano le recepisce come sostanze identiche.

Nonostante ciò, molti consumatori prediligono integratori di vitamina C contenenti estratti naturali.

Lo sapevi che...

Assumendo integratori di vitamina C naturale si può beneficiare anche di altri nutrienti e sostanze fitochimiche che possono apportare ulteriori benefici all'organismo.

Tanto per riportare un esempio, in uno studio sono stati confrontati gli effetti benefici dell'assunzione di succo di arancia rossa e acqua zuccherata entrambi contenenti uguali quantità di vitamina C.

Dallo studio emerse che il succo aveva un potere antiossidante significativamente maggiore 3, dovuto probabilmente alla presenza di bioflavonoidi, in associazione alla vitamina C naturalmente presente.

Vitamina C Cinese

Il primato della fornitura mondiale di vitamina C sintetica spetta alla Cina, con un fatturato totale di 880 milioni di dollari (2017).

In Occidente, l'unico acido ascorbico sintetico prodotto è la vitamina C DSM® (Quali®-C), prodotta nello stabilimento sito a Dalry, in Scozia 4.

Integratori di Vitamina C Pura

Che cos'è?

La vitamina C pura è un composto organico privo di eccipienti, realizzato esclusivamente con acido L-ascorbico, che si presenta sotto forma di polvere.

La vitamina C pura può essere estratta da fonti naturali o più comunemente derivare da una lavorazione chimica.

Come si Ottiene?

La vitamina C pura si può ottenere facilmente attraverso vari processi industriali, a partire dal glucosio.

Più nello specifico, la maggior parte della vitamina C utilizzata dall'industria alimentare/farmaceutica si ottiene per fermentazione del glucosio, grazie all'azione controllata di ceppi batterici ottenuti attraverso tecniche di ricombinazione genetica.

Vitamina C Pura

Integratori di Vitamina C Liposomiale

Vitamina C Liposomiale

Negli integratori di Vitamina C Liposomiale, l'acido ascorbico viene racchiuso in un guscio fosfolipidico.

In questi casi, la vitamina C appare racchiusa in una sfera, che prende il nome di liposoma.

Ogni liposoma che ingloba la vitamina C ha la funzione di migliorare l'assorbimento a livello intestinale o cutaneo.

Nonostante la vitamina C sia già di per sé ottimamente assorbita dall'intestino, secondo il pensiero di alcuni Ricercatori, sembra che la vitamina C liposomiale possa essere assorbita in maniera più facile 5 .

Tuttavia, trattandosi di ricerche preliminari e infarcite di interessi economici, si attendono ulteriori conferme sulla reale biodisponibilità della vitamina C liposomiale.

Integratori di Vitamina C a Lento Rilascio

Vitamina C a Lento Rilascio

Per ottenere la formula a lento rilascio, la vitamina C viene inserita in compresse speciali che, dopo l'assunzione, si sciolgono lentamente all'interno del tratto gastrointestinale.

La funzione degli integratori formulati con la vitamina C a lento rilascio è assicurare una graduale liberazione dell'acido ascorbico nel tratto gastro-intestinale.

Nella formula a lento rilascio, l'assorbimento della vitamina C viene reso possibile nell'arco di 2-5 ore.

L'obiettivo della vitamina C a lento rilascio è permettere all'organismo di assorbire e trattenere maggiori quantità di vitamina C.

Nonostante le premesse teoriche, stando alla ricerca scientifica simili aspettative risultano ancora prive di fondamento scientifico 6, 7.

Integratori di Ascorbati

Sali dell'Acido Ascorbico

I sali dell'acido ascorbico sono chiamati ascorbati.

Rispetto alla forma pura della vitamina C, gli ascorbati:

  • sono meno acidi, dunque considerati "tamponati", ovvero possono creare meno problemi di acidità di stomaco;
  • sono più stabili;
  • sono adatti all'uso cosmetico.

Per le loro caratteristiche, gli ascorbati minerali vengono generalmente raccomandati alle persone che soffrono di problemi gastrointestinali (come bruciore di stomaco o diarrea).

L'anione ascorbato forma sali come:

  • ascorbato di sodio: in dosi elevate (megadosi) potrebbe essere controindicato nei soggetti che devono controllare l'apporto di sodio nella dieta (come quelli ipertesi);
  • ascorbato di calcio: potrebbe essere utile per soggetti vegani o donne in menopausa;
  • ascorbato di potassio: potrebbe essere adatto a pazienti con problemi di ipertensione;
  • ascorbato di magnesio: potrebbe essere adatto a pazienti con problemi di ipertensione o diabete.

Attenzione

La scelta del minerale associato alla vitamina C andrebbe effettuata in base alle specifiche esigenze dell'utilizzatore.

Migliori Integratori di Vitamina C

Non esiste un integratore di vitamina C ideale per tutti.

In genere, è sconsigliabile assumere un singolo principio attivo ad alte dosi. Questo per evitare di creare squilibri in un sistema complesso come il nostro organismo, che vive di un fine equilibrio tra innumerevoli reazioni biochimiche.

In quest'ottica, sebbene la vitamina C sia relativamente sicura anche ad alte dosi, è sconsigliabile ricorrere a megadosi di vitamina C e orientarsi verso alimenti più completi.

Nella seguente tabella, forniamo una serie di consigli utili per la scelta del miglior integratore di vitamina C, fermo restando che solo il medico o il farmacista possono dare indicazioni valide e sicure al singolo caso.

Quanta Vitamina C Assumere?
  • Seguire una Dieta ricca di Vitamina C
  • Se necessario, integrare da 200 a 1.000 mg al giorno
  • Nei primi giorni di raffreddore e influenza, sotto consiglio e controllo medico, è possibile assumere fino a 3-4 grammi di vitamina C al giorno, divisi in più dosi da massimo 1 grammo alla volta 21.
  • Pazienti ospedalizzati possono essere trattati dal medico con alte dosi di vitamina C per via orale o addirittura per via endovenosa
Quale Tipo di Vitamina C scegliere?
  • La vitamina C è ottimamente assorbibile dall'organismo, a dosi fino a 500mg circa. Non ha quindi senso ricorrere a formulazioni più costose rispetto alla vitamina C pura (es. liposomiale, lento rilascio).
  • Le fonti naturali di vitamina C possono essere favorevoli per il profilo nutrizionale più completo degli estratti vegetali ricchi di vitamina C
  • Per chi assume dosi elevate di vitamina C e vuole contenere i costi, la vitamina C sintetica pura in polvere rimane un ottima scelta (tenendo conto che la vitamina C in grandi sacchetti o barattoli si ossida rapidamente dopo la prima apertura).
  • Indicativamente, il 98% della vitamina C presente negli integratori è di origine cinese. La vitamina C DSM ® (Quali-C®) è l'unica materia prima prodotta nel mondo occidentale (precisamente in Scozia)
Miglior Integratore Vitamina C per gli sportivi
  • Durante gli allenamenti è bene non esagerare con gli antiossidanti, perché i radicali liberi sono importanti per i processi di adattamento dell'organismo e il miglioramento della performance
  • Gli sportivi hanno un aumentato bisogno non solo di vitamina C, ma anche di molte altre vitamine e sali minerali; si consideri l'assunzione continuativa di un integratore multivitaminico multiminerale di base, oltre a integratori specifici per la disciplina sportiva praticata e le proprie condizioni.
Miglior Integratore Vitamina C per il sistema immunitario
  • Oltre alla vitamina C, altri micronutrienti sono importanti per il sistema immunitario; si consideri l'assunzione continuativa di un integratore multivitaminico multiminerale di base o l'integrazione specifica di questi micronutrienti: acido folico, vitamina D, vitamine B6 e B12, zinco e selenio.
  • Numerosi estratti vegetali e altri integratori hanno dimostrato di sostenere le difese immunitarie; si consideri l'assunzione di vitamina C insieme a uno o più dei seguenti principi attivi: sambuco nero, echinacea, tè verde, colostro, lattoferrina, beta-glucani, ginseng, eleuterococco, astragalo, quercetina.
Miglior Integratore Vitamina C per la stanchezza fisica e mentale
  • La vitamina C contribuisce a ridurre stanchezza e affaticamento; in tal senso è supportata anche da altre vitamine e sali minerali, come magnesio, vitamine B1, B2, B3, B5, B6 e B12. Si consideri l'assunzione continuativa di un integratore multivitaminico multiminerale di base
  • Numerosi estratti vegetali e altri integratori hanno dimostrato di aumentare le energie fisiche e mentali; si consideri l'assunzione di vitamina C e/o del multivitaminico insieme a:
    • stanchezza fisica: creatina, arginina, citrullina, beta-alanina, arginina, carnitina, glutammina, taurina, arancio amaro, guraranà o altre fonti di caffeina
    • stanchezza mentale: fonti di caffeina, colina, fosfatidilcolina, citicolina (CDP-colina) carnitina, ginkgo biloba, rodiola, bacopa, omega-3, ginseng, DMAE, uperizina A
Miglior Integratore Vitamina C per l'azione antiossidante
  • Seguire una Dieta completa ed equilibrata, ricca anche di alimenti vegetali
  • Scegliere un integratore di vitamina C naturale (es. acerola o rosa canina), arricchito con altri antiossidanti, come: vitamina E, selenio, acido lipoico, resveratrolo, coenzima Q10, licopene, beta-carotene, quercetina, resveratrolo, estratti vegetali. Non esagerare con il dosaggio

Consigliato per Te

Vitamina C Suprema®, a mio avviso il miglior integratore di vitamina C. Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea, bioflavonoidi, estratti vegetali (arancia, zenzero, sambuco, echinacea) e una formula multivitaminica multiminerale ad alta biodisponibilità.

Con Magnesio, Potassio, Zinco, Selenio, Vitamina D e tutte le vitamine del Gruppo B.

vitamina c suprema
  • Sostiene le difese immunitarie, con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D .
  • Combatte stanchezza e affaticamento, con Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi, Vitamine del gruppo B
  • Protezione antiossidante, con bioflavonoidi, rosa canina e vitamina C

Quando Assumere Integratori di Vitamina C

Quando è Importante Integrare l'Alimentazione con Vitamina C?

Integrare l'alimentazione con una integratore di vitamina C potrebbe giovare:

  • a chi pratica sport, condizione che richiede un aumentato apporto di vitamina C, sia per la performance atletica che per la difesa immunitaria;
  • agli anemici (anemia per carenza di ferro): in questi casi, gli integratori di vitamina C dovrebbero essere assunti in associazione a pasti ricchi di ferro, in base a quanto indicato dal medico;
  • a chi segue una dieta poco variata, soprattutto quando vengono esclusi i vegetali (con rarissime eccezioni, frutta e verdura sono gli unici alimenti ricchi di vitamina C);
  • per trattare o prevenire condizioni che possono provocare una carenza di vitamina C (gravidanza, allattamento, alimentazione artificiale dei lattanti, tendenza alle emorragie per fragilità capillare), come lo scorbuto ed i suoi stadi iniziali;
  • in caso di raffreddore o influenza: sembra che l'integrazione con vitamina C possa essere utile per ridurre la durata del raffreddore comune, riducendone perfino la gravità. Tuttavia, va detto che l'integrazione di vitamina C non sembra abbassare il rischio di ammalarsi 8;
  • ai fumatori* e alle persone esposte al fumo passivo: il fumo aumenta la quantità di vitamina C richiesta dall'organismo per riparare i danni provocati dai radicali liberi.
* Il fumo aumenta la quantità di vitamina C di cui il corpo ha bisogno per riparare i danni causati dai radicali liberi. Sembra che, per i fumatori, il fabbisogno quotidiano di acido ascorbico aumenta di 35 mg.

Carenza di Vitamina C

Considerata l'ampia disponibilità di alimenti freschi e l'aggiunta della vitamina a diversi cibi e integratori, la carenza di vitamina C è una condizione relativamente rara nei paesi sviluppati.

Basti pensare che, negli USA, la carenza di vitamina C interessa il 6-7% degli adulti 9. Tassi più alti (30%) si osservano negli anziani 36.

I fattori di rischio più comuni per la carenza di vitamina C includono cattiva alimentazione, alcolismo, anoressia, gravi malattie mentali, fumo e dialisi 10, 11.

In effetti, nei pazienti in condizioni critiche la carenza di vitamina C è molto frequente.

Ad esempio, da quanto emerge da studio 12, si è scoperto che l'88% dei pazienti settici (con una grave infezione generalizzata) presentava modeste carenze di vitamina C, mentre il 38% aveva livelli di carenza molto gravi.

Chi sono i Soggetti più a Rischio di Carenza?

Le persone a rischio di carenza di vitamina C possono comprendere:

  • anziani;
  • alcolisti/fumatori:
  • pazienti in trattamento cronico con farmaci (es. aspirina, indometacina, contraccettivi orali, tetracicline e corticosteroidi);
  • pazienti con insufficienza renale sottoposti a dialisi;
  • pazienti che soffrono di anoressia o cancro;
  • persone con presunte allergie alimentari;
  • persone che seguono una dieta ristretta, seguendo mode alimentari o perché imposta da particolari condizioni mediche;
  • pazienti che ricevono una nutrizione parenterale non integrata;
  • ricezione di trapianti di fegato.

Il fabbisogno di vitamina C può aumentare in determinate circostanze, che possono comprendere: gengivite, asma, glaucoma, patologie croniche, infezioni, artrite, attività fisica, gravidanza e ustioni.

In tutti questi casi, potrebbe essere necessario incrementare l'integrazione con vitamina C, seguendo le indicazioni del medico.

Dosi

Fabbisogno di Vitamina C

L'alimentazione media della popolazione fornisce quantità sufficienti di Vitamina C.

Nella seguente tabella sono riportate le attuali raccomandazioni statunitensi (RDA) per l'assunzione quotidiana di vitamina C nelle varie fasce di età 13.

Indennità dietetica raccomandata (RDA) per la vitamina C
  Età Maschi (mg/giorno) Femmine (mg/giorno)
Neonati 0-6 mesi 40 (AI) 40 (AI)
Neonati 7-12 mesi 50 (AI) 50 (AI)
Bambini 1-3 anni 15 15
Bambini 4-8 anni 25 25
Bambini 9-13 anni 45 45
Adolescenti 14-18 anni 75 65
Adulti 19 anni e più 90 75
Fumatori Adulti 19 anni e più 125 110
Gravidanza 18 anni e più giovani - 80
Gravidanza 19 anni e più - 85
Allattamento 18 anni e più giovani - 115
Allattamento 19 anni e più - 120

Dosi Ottimali di Vitamina C

Secondo uno studio 14, l'assunzione media di vitamina C nella popolazione USA è di 105,2 mg/die per i maschi adulti e 83,6 mg/die per le femmine adulte (dati riferiti alla maggior parte degli adulti non fumatori).

Tuttavia, diverse fonti suggeriscono che l'apporto ideale di vitamina C dovrebbe essere almeno doppio rispetto ai 75-125 mg attualmente consigliati, in base a parametri come:

  • età;
  • sesso;
  • condizioni di salute;
  • abitudini al fumo 15.

Tali raccomandazioni si basano sull'evidenza che nei giovani adulti sani, apporti di vitamina C tra 200 e 400 mg al giorno fanno sì che le concentrazioni plasmatiche di acido ascorbico raggiungano lo stato stazionario (tra 60 e 80 μmol/l) 16, 17.

Di conseguenza, un ulteriore incremento dell'apporto di Vitamina C non si accompagna a significativi aumenti delle concentrazioni plasmatiche di acido ascorbico.

Un altro studio suggerisce che per assicurare un apporto ottimale di acido ascorbico, si consiglia di assumere 1 grammo di vitamina C proveniente dagli integratori, e di accompagnare con una dieta ricca di frutta e verdura 18.

Megadosi di Vitamina C

Si parla di megadosi di vitamina C quando le assunzioni di acido ascorbico superano 1 grammo al giorno.

Secondo il pensiero di vari Esperti, non esiste alcuna giustificazione per le megadosi di vitamina C in soggetti sani 19.

La massima efficacia di assorbimento intestinale si osserva infatti a dosi di assunzione di vitamina C fino a 200 mg alla volta.

Dosi più elevate (>500 mg) determinano una minore quantità di vitamina C assorbita all'aumentare della dose.

Da non sottovalutare, inoltre, che quando si assumono più di 2.000 mg di vitamina C in singola dose è probabile che si verifichino sintomi digestivi, come nausea e diarrea.

Secondo il Ministero della Salute, gli integratori di vitamina C non possono apportare più di 1 grammo di acido ascorbico per dose quotidiana.

Benefici per la Salute

Quali Benefici Derivano dall'Integrazione di Vitamina C?

La vitamina C è una molecola essenziale per preservare la salute dell'uomo: non potendo essere sintetizzata dall'organismo, è importante assumerla tramite alimentazione o attraverso specifici integratori.

I vari e potenziali benefici derivati da un'adeguata integrazione di vitamina C si possono così riassumere:

  • abbassa il rischio di ictus del 19-42% rispetto ai soggetti con le più basse concentrazioni sieriche 20, 21, 22;
  • abbassa il rischio di mortalità specifica per cancro e per tutte le cause 23;
  • abbassa del 25% il rischio di sviluppare malattie cardiache 24;
  • abbassa il colesterolo nel sangue 25;
  • abbassa il rischio di sviluppare ipertensione 26,27;
  • abbassa il rischio di diabete 28;
  • favorisce una migliore funzione cognitiva e un minor rischio di compromissione cognitiva (nei soggetti anziani con una più alta concentrazione plasmatica di vitamina C) 29;
  • può favorire una riduzione del rischio di gotta del 44% 30;
  • favorisce una guarigione più rapida in presenza del raffreddore 31.

Va comunque precisato che, sebbene siano stati documentati da lavori scientifici, i suddetti benefici non sono certi e per la maggior parte dovranno essere adeguatamente confermati da ulteriori studi.

Benefici per lo Sport

Integratori di Vitamina C e Sport

L'integrazione di vitamina C può essere molto benefica anche per gli sportivi, grazie alle sue capacità antiossidanti.

Infatti, la vitamina C sembra attenuare lo stress ossidativo, riducendo i livelli di radicali liberi generati durante l'esercizio fisico 32.

Inoltre, la vitamina C può ridurre il rischio di danni muscolari, incrementare la funzionalità immunitaria e ridurre l'affaticamento indotto dall'esercizio fisico 33, 34.

Tuttavia, va precisato che la sua capacità di aumentare le prestazioni atletiche può essere considerata solo nei soggetti con uno stato di vitamina C già basso 35.

Ne deriva che gli integratori di vitamina C potrebbero essere adatti agli sportivi sottoposti a forte impegno fisico (ad es. ciclisti o runner agonisti) a dosaggi modesti (200-400mg/die) nell'ambito di un'integrazione multivitaminica generalizzata.

Per chi svolge normali attività ludico-sportive, non sembra necessario assumere importanti dosi integrative di questa vitamina.

Vitamina C in Cosmesi

Uso Cosmetico della Vitamina C Pura

L'applicazione topica di vitamina C pura sulla pelle, è il metodo ideale per aumentarne la presenza nella pelle.

In ambito cosmetico, la vitamina C può essere sfruttata per realizzare creme, sieri viso, maschere, gel e altri prodotti destinati alla bellezza.

Grazie alle sue proprietà antiossidanti, la vitamina C ad uso cosmetico rappresenta uno dei più fedeli alleati per proteggere, riparare e migliorare l'aspetto della pelle.

Ad uso topico, la vitamina C pura trova indicazione per:

  • nascondere i difetti estetici causati dal fotoinvecchiamento;
  • trattare rughe, cedimenti e occhiaie provocati dal cronoinvecchiamento;
  • migliorare l'acne;
  • ridurre l'eritema post laser-resurfacing;
  • schiarire le macchie della pelle;
  • proteggere la pelle dai raggi UVA e UVB.

La soluzione migliore per beneficiare delle proprietà cosmetiche della Vitamina C pura è quella di incorporarla in flaconcini monodose (es. X115® ACE).

Avvertenze

Prima di assumere gli integratori di vitamina C, è bene sapere che:

  • gli integratori di vitamina C non vanno intesi come sostituti di una dieta variata e di uno stile di vita sano;
  • è preferibile incrementare l'apporto di vitamina C attraverso la dieta. Tuttavia, un esperto (es. nutrizionista) può aiutare a correggere l'alimentazione aumentando l'apporto di alimenti ricchi di vitamina C;
  • si raccomanda di non eccedere la dose giornaliera consigliata dal medico, dal farmacista o riportata in etichetta;
  • si raccomanda vivamente di non assumere dosi superiori al grammo di vitamina C senza la supervisione di un medico;
  • tenere gli integratori di vitamina C fuori dalla portata dei bambini di età inferiore ai 3 anni.

Controindicazioni

A chi sono Controindicati gli Integratori di Vitamina C?

Gli integratori di vitamina C possono essere controindicati in alcuni soggetti, come ad esempio:

  • pazienti con insufficienza renale cronica o soggetti sottoposti a dialisi o in terapia digitalica;
  • soggetti con emocromatosi (malattia da eccesso di ferro), considerata la capacità dell'acido ascorbico di aumentare l'assorbimento intestinale di ferro;
  • per alcuni pazienti oncologici potrebbero esistere controindicazioni per interferenze con la terapia.

Prima di iniziare un'integrazione di vitamina C, si raccomanda il parere del medico.

Effetti Collaterali

Quali Reazioni Avverse Possono Provocare gli Integratori di Vitamina C?

Nonostante la vitamina C sia ben tollerata dall'organismo, non mancano alcune manifestazioni di effetti avversi, che possono includere:

  • reazioni avverse a livello gastro-enterico, (es. dolori addominali crampiformi e diarrea);
  • reflusso acido (in caso di assunzione esagerata);
  • calcoli renali (nei soggetti a loro inclini 36, in caso di megadosi).

SPERO DI ESSERTI STATA UTILE!

Se ti servono altri consigli, hai domande sugli integratori di collagene o vuoi ricevere un'opinione su altri prodotti scrivimi all'indirizzo:
mary chiocciola collageneliquido.com
NOTA BENE: Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in questo sito, potrei ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi, le promozioni e la disponibilità delle creme antirughe e degli integratori di collagene idrolizzato recensiti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo; ti invito quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati

Domande e Risposte Ricevute

Recensione su X115®+Plus2 ® - Vedi anche: Nuovo X115®+Plus 2020

Recensione su BioCollagenix ®

Recensione su Pure Gold Collagen ®

Recensione su Signasol ®

Recensione su Swisse Collagene

Recensione Gold Collagen Forte

Recensione su Imedeen Prime Renewal ™

Recensione su Imedeen Time Perfection ™

Opinione su Truvivity By Nutrilite

Altri Articoli Informativi

Collagene Idrolizzato

Integratori Antiossidanti

Integratori Antirughe con Acido Ialuronico

Miglior Antirughe - Creme Antirughe Migliori e Integratori Efficaci

Sieri Viso - Gli Ingredienti Migliori e i Prodotti più Efficaci

Macchie della Pelle - Cure e Rimedi Efficaci

Filler all'Acido Ialuronico

Integratori Vitamina C

Collagene Verisol

Privacy e Cookie Policy